Curiosità e approfondimenti

Al servizio degli amici degli animali di tutta la provincia di Cuneo

Curiosità e approfondimenti

Il ruolo di cani e gatti nella crescita dei bambini

Un team di psicologi ed epidemiologi inglesi ha pubblicato, sull'International Journal of Environmental Research and public health, una revisione degli studi fatti sulla convivenza tra gli animali e i bambini. 
Gli studiosi hanno riscontrato un'associazione positiva tra la convivenza con gli animali e la riduzione di ansia e depressione. Gli animali attenuano nei bambini il senso di solitudine e aumentano il livello di fiducia e autostima, in maniera proporzionale all'attaccamento dei giovani proprietari per i propri quattro zampe.
Molto importanti sono anche i benefici comportamentali, cognitivi, pedagogici e sociali. I giovani, crescendo con gli animali, tendono a non sviluppare atteggiamenti esageratamente aggressivi e antisociali, hanno migliori capacità di osservazione, di empatia verso gli altri e flessibilità mentale. Questo sport ha come conseguenza un miglioramento delle performance scolastiche e un arricchimento del vocabolario sia verbale che scritto.
Un bambino con un animale domestico sarà quindi un adolescente ed un adulto migliore perché più responsabilizzato, più rispettoso delle diversità, più altruista è pronto ad affrontare le difficoltà della vita.
Purewal R, Christley R, Kordas K, Joinson C, Meints K, Gee N, Westgarth C. Companion animals and child/adolescent development: a systematic review of the evidence. Int J Environ Res Public Health. 2017;14(3)

Gatto dentro o fuori casa?
L’Associazione americana dei veterinari di Medicina Felina (AAFP, American Association of Feline Practitioners) ha valutato i rischi ei benefici legati allo stile di vita del gatto e in particolare al fatto che l'animale viva solo all'esterno o solo all'interno della casa. 
Il gatto che vive in casa ha sicuramente un minor rischio di incidenti, maltrattamenti e avvelenamenti, non è esposto a temperature estreme e ad agenti parassitari ed infettivi. Tuttavia il gatto che trascorre l'intera giornata in casa può andare incontro a problematiche comportamentali, dovuto al fatto che non può esprimere i suoi istinti innati come quello per la caccia, alla mancanza di attività fisica e ai rischi sanitari ad essa correlati (obesità), alla comparsa di malattie (es. cistite, IBD) legate allo stress e alla noia della vita rigorosamente indoor.
Il gatto che vive all'esterno, oltre ai rischi legati ad esposizioni a traumi avvelenamenti e malattie, ha la possibilità di dare sfogo alle proprie caratteristiche comportamentali.
Che fare dunque? Per il gatto che vive in casa adoperiamoci per arricchire il suo ambiente, suddividendo le aree del suo territorio e giocando sulle altezze per potenziare gli stimoli di caccia e gioco. Se il gatto non tollera di vivere chiuso in casa rendiamo più sicure le escursioni, creando ad esempio ambienti esterni sufficientemente grandi ma recintati.
Rodan I, Rose C, Smith R. Impact of lifestyle choice on the companion cat: indoor vs outdoor. JFMS Clinical Practice 2016; 18(9): 752-758

La salute degli anziani migliora con Fido
Un’indagine, condotta negli Stati Uniti dal National Institute of Aging (NIA) su 771 soggetti di età superiore ai 60 anni di cui 271 proprietari di uno o più cani, ha dimostrato che chi porta a passeggio il cane ha una salute migliore. 
Passeggiare con il cane facilita il controllo del peso corporeo, agevola lo svolgimento delle attività quotidiane, diminuisce il numero di visite mediche annuali e riduce il rischio di malattie croniche.
Curl AL, Bibbo J, Johnson RA. Dog walking, the human-animal bond and older adults’physical health. The Gerontologist 2016 Mar 21. pii: gnw051

Il nostro team è a vostra disposizione per informazioni e consigli al numero 0172 713 360
Share by: